You are currently browsing the tag archive for the ‘genitori’ tag.

Sparare al ladro si può se in casa ci sono bambini

[giusta la discriminazione che colpisce i senza prole,
che non possono permettersi di alzare il tasso di mortalità (altrui)
senza aver contribuito, prima, ad aumentare quello della natalità]

Constatare che i propri figli stanno crescendo bene, per un genitore non può che essere motivo di serenità e di orgoglio; serenità in funzione di ipotetiche prospettive future, orgoglio per la naturale soddisfazione – seppur a volte illusoria – di aver fatto un buon lavoro.
Proprio tali sentimenti ho provato ieri io, nel vedere i miei due figli maschi fare un presente alla propria mamma (casalinga) nella giornata a lei dedicata: la Festa della Mamma, appunto.
Il presente (concordato in seduta plenaria, a cui io ho partecipato solo come silente – ma ammiccante – osservatore) prevedeva che, al termine di pranzo e cena della giornata in questione, i due avrebbero eccezionalmente piegato, e adagiato vicino al piatto sporco, il tovagliolo. E così è stato.
Sì, lo so, raccontata a parole può non sembrare una gran cosa, però garantisco che essere lì in quei momenti è roba da brividi, da pelle d’oca. Come rimproverare al povero papà, quindi, di aver messo mano al portafoglio e rifilato a ciascuno dei due ragazzi una cinquanta euro?
Tuttavia, l’entusiasmo non mi ha impedito di valutare con lucidità l’avvenimento. Infatti, se da un lato posso dare ai due un voto alto per le intenzioni e l’impegno, sul fronte dell’originalità c’è ancora molto da lavorare, perché il regalo del tovagliolo piegato lo faccio già tutti gli anni io alla Festa della Donna.

Esplicito non va bene? Chiamate Merope.

Death to smiley

Ehi, moderiamo gli emoticon!

STO LEGGENDO

LINFA CHE SCORRE

E SI SAPPIA CHE

HANNO DETTO

«Nessuno merita d'esser lodato per la sua bontà se non abbia la forza d'essere cattivo: ogni altra bontà non è il più delle volte che una pigrizia o un'impotenza della volontà.»
(François de La Rochefoucauld)

«I'm not insane. My mother had me tested.»
(Sheldon Cooper)

«Preferisco leggere o vedere un film piuttosto che vivere... nella vita non c'è una trama.»
(Groucho Marx)

«Reality is that which, when you stop believing in it, doesn’t go away.»
(Philip K. Dick)

«Quando una persona soffre di un'illusione parliamo di pazzia, ma quando ciò accade a molte persone parliamo di religione.»
(Robert Pirsig)

«È un errore capitale teorizzare prima di avere i dati. Senza accorgersene, si comincia a deformare i fatti per adattarli alle teorie, invece di adattare le teorie ai fatti.»
(Arthur Conan Doyle)

«La libertà. Chiunque arrivi, fresco fresco, a darne una definizione innovativa è sicurissimamente uno che te lo vuole mettere nel culo.»
(Erasmo)

«Quando vedo Marilyn Manson mi sento così carogna che ho il pensiero di andare a costituirmi.»
(Banditore)

«Ratzinger: "Dio si dà gratis".
Ma si fa pregare.»

(www.spinoza.it)

«Il palcoscenico del mondo è un teatro e sia gli uomini che le donne non sono altro che attori porno.»
(Mr.Ghirlanda)

Flying Spaghetti Monster

Non spingete, per favore!

  • 140,082 pigiate

VESTIGIA