Per rimediare a un improvviso bisogno d’attenzione, oggi o lasciato un commento a uno dei blog de Il Giornale.it, la cui titolare – se non ho capito male – è una sostenitrice di metodi di cura alternativi, tra cui l’omeopatia. A proposito di questa pratica, nello spazio in calce a un proprio articolo, la suddetta titolare invita i lettori a sottoscrivere una petizione pro omeopatia, per ragioni che qui sarebbe irrilevante descrivere.
Ed è qui che il sottoscritto, in preda all’impellente necessità, interviene così:

Non andate a sottoscrivere in molti, perché meno firme ci sono, più la petizione è efficace.

Dopo più di due ore, il commento non è ancora stato approvato, e io mi sento già meglio.

Advertisements