Insomma, su previsioni fatte con molti secoli di anticipo rispetto al 2012, qualche anno di margine mi sembra un errore tollerabile.
C’è ancora speranza, dunque.