L’avvocato Taormina è stato condannato per discriminazione a causa delle sue dichiarazioni a un programma radiofonico, con le quali ha affermato che mai assumerebbe un collaboratore omosessuale (perché “contro natura”).

Questo significa che se l’avvocato dovesse scegliere tra due candidati all’assunzione nel suo studio, ed egli scoprisse che il soggetto più preparato e adatto al ruolo da ricoprire è omosessuale, sceglierebbe quello etero con caratteristiche professionali specifiche inferiori ¹.

Con questo voglio dire che non avrei denunciato e processato Taormina, ma semplicemente avrei fatto notare tale eventualità ai suoi clienti.

P.S.: credo che il fatto giudiziario abbia collegamenti con quanto si dice in questo articolo di GFS.

¹ naturalmente, l’ipotesi non tiene conto della possibilità che Taormina non assuma nessuno dei due, per cercare in seguito un candidato etero migliore; ma mica sempre si trovano alternative con facilità.