«Negli ultimi giorni (…), per 63 volte di fila (…) ha votato «sì» a tutti i 63 emendamenti presentati. E non importa se le modifiche erano completamente discordi le une dalle altre.»