“[Merdoz – cioè io, Marcoz] un fiancheggiatore [del blog Topgonzo, ndr], che è convinto di essere spiritoso, parla esclusivamente di masturbazione come farebbe quel bambino dispettoso che per farsi notare in pubblico dagli amici dei genitori direbbe cacca e pipì.

Si potrebbe discutere a lungo sui metodi adottati dai bambini per tastare il terreno e capire, in base alle reazioni che provocano, con chi sono alle prese e cosa si possono permettere di fare.
Grossolanamente, possiamo dire che la sostanziale differenza tra un bambino e un adulto è che il primo provoca per mettere in discussione l’autorità degli adulti, mentre il secondo lo fa per capire se l’interlocutore che ha di fronte è consistente o risibile, se è uno stupido oppure no.
Limitatamente al test di stupidità, il brano citato è una prova empirica di tutto rispetto, sia per il contenuto che per la forma. Se l’esito è negativo o positivo, decidetelo pure voi, gentili lettori.

[Un aiutino per le menti più sprovvedute: nonostante il  titolo “Dicono di me”, questo post non ha come argomento il sottoscritto. E neppure gli stupidi. Tuttavia, e sempre ammesso che la distinzione sia possibile, nulla vieta di concentrarsi sul primo o sui secondi, a piacere, nei commenti.]