Qualche settimana fa, girando su YouTube alla ricerca di un film divertente e rilassante, optai per la visione di “E Johnny prese il fucile“, che narra la vicenda di un ragazzo vittima di guerra; il quale perde tutti gli arti, l’uso della vista, dell’udito e la facoltà della parola, rimanendo di fatto isolato in quello che rimane del proprio corpo.
Fortunatamente, in mezzo a tanta sfiga, si salvano gli attributi sessuali, che rimangono intatti e funzionanti. Infatti, a un certo punto del racconto, l’infermiera che accudisce il ragazzo – sospettando che egli sia cosciente, a differenza di quanto credono i dottori – decide di concedergli un po’ di conforto e di affettuosità masturbandolo.
Fu proprio dopo questo passaggio che mi feci l’analoga domanda che si pone oggi Fabristol, a proposito, però, di una situazione differente: che reazione avrebbe ottenuto la scena se al posto del ragazzo ci fosse stata una ragazza e al posto dell’infermiera ci fosse stato un infermiere?

Annunci