Ritenete che sia eccessivo, per uno stenografo del Senato, uno stipendio di quasi 300 mila euro (lordi) l’anno?
Non fatevi prendere dalla frenesia dei tagli ai costi della politica: pensate a quanto è duro dover trascrivere per anni una marea di stronzate, senza neppure avere la facoltà di appellarsi all’obiezione di coscienza, e poi ne riparliamo.

Annunci