Pippo Baudo, a Otto e Mezzo (puntata di venerdì scorso, nda), sostiene che in televisione la lingua italiana meriterebbe un miglior trattamento e che, tra le altre cose, non si dovrebbe esagerare con l’uso di termini inglesi.
E porta un esempio: perché dire “borderline”? Diciamo “al confine”.

Due minuti dopo, rispondendo a una domanda della Gruber che gli chiedeva un parere sulla questione RAI-Dandini, afferma che tra le parti in causa ci sarebbe stato un “misunderstanding”.

Annunci