Uno dei problemi maggiori delle società urbanizzate è la mancanza di spazi da riservare all’aggregazione di ragazzi che vogliono divertirsi liberamente – oserei dire, alla luce del sole – senza troppi paletti da rispettare.
Questo fenomeno si verifica anche nel mondo virtuale, dove latitano soprattutto ambienti in cui si possa dare sfogo non solo alla trasgressione violenta e alla rottura delle convenzioni, ma pure alla maleducazione, al cazzeggio greve e a occasionali mancanze di rispetto della netiquette (questo, m’insegnano, è un anticlimax).
Data la premessa, e visto l’andazzo di una serie di commenti apparsi su questo blog recentemente, mi sono quindi ritagliato uno spazio di tempo per concepire, produrre e inaugurare “No Man’s Land Beach”. Sì, signori, un brand new blog! Laggiù, gentili commentatori, potrete fare qualsiasi cosa, persino pisciare sul tappeto e dialogare amabilmente tra voi mentre lanciate frecciatine o sfanculate a chi non sta partecipando alla discussione.
Il nuovo blog sarà presto pubblicizzato su Ilfinegiustificalme con adeguato bannerino, ma non esiste motivo per rinunciare a un immediato utilizzo.
È sì un blog acerbo, però già completamente funzionante. Approfittatene.

Annunci