Prendiamo le strutture delle piscine, per esempio. Perché ci sono due spogliatoi, uno per gli uomini e uno per le donne? Perché, per infilare il costume o per fare la doccia, se una donna può evitare di spogliarsi davanti a me e io posso evitare di spogliarmi davanti a una donna, dobbiamo entrambi rischiare di farci vedere nudi da un gay o da una lesbica? Allora, perché non prevediamo spogliatoi per i maschi etero, le donne etero, i gay e le lesbiche, così che ciascuno possa avere equamente la garanzia di essere al riparo da occhi indiscreti? O perché, in alternativa, non adottare la vera soluzione all’insegna delle pari opportunità: tutti insieme in uno spogliatoio unico e che non se ne parli più?

Annunci