“Non credete che Dio faccia errori? Certamente che li fa. Tutti ne facciamo! Certo, se li facciamo noi, li chiamano il male.
Quando Dio fa gli errori, li chiamano natura…”

Questo dice il Diavolo, interpretato da Jack Nicholson nel film Le streghe di Eastwick. E queste sono le parole che mi sono subito venute alla mente leggendo quanto riportato in un post di Bioetiche, con relativi commenti, sulla contraddizione riscontrata nelle pagine di Avvenire, riguardo alla procreazione assistita e alla nascita di individui non perfettamente sani (poi, andate a leggere, please).

Tuttavia non è di questo che desidero parlare, bensì di una cosetta che non sono mai riuscito a mandar giù.

Ricordo che vidi per la prima volta il film – Le streghe di Eastwick, appunto – quando fu trasmesso dalla televisione Svizzera, parecchi anni fa. Qualche tempo dopo, venne messo in programmazione dalla RAI e, sebbene la pellicola nel complesso non mi avesse entusiasmato particolarmente, mi riproposi di vederla nuovamente per gustarmi alcuni passaggi della performance di Nicholson (all’epoca, YouTube non esisteva). Tra le parti che avrei rivisto più volentieri, c’era principalmente proprio quella di cui ho trascritto il testo, ma la delusione era dietro l’angolo: nella versione di mamma RAI, il passaggio era sparito, tagliato dalla scena.
Risultato? Incredulità. Disappunto. Dolore.

Quindi, nonostante siano passati svariati anni e anche se il tempo ha la capacità di lenire la sofferenza delle ferite inferte all’anima, dal pulpito di questo autorevole blog intendo denunciare l’inammissibile censura e manifestare tutta la mia profonda indignazione. Ecco.

[La scena originale (min. 1:30), per chi può capire l’idioma; e quella in italiano, per chi, come me, ha bisogno ancora di un (bravissimo, in questo caso) doppiatore.]
Annunci