– Maestro, lei mi percuote spesso e duramente con la frusta uncinata. Non sono un allievo meritevole?
– Tutt’altro, sei uno dei migliori e promettenti discepoli che io abbia mai avuto.
– Allora, Maestro, perché infierisce sulle mie giovani carni?
– Figliuolo, non s’impara a distinguere il vero dal falso da chi ci dimostra amore.
– Tutto qui, Maestro?
– Certo che no. E il divertimento non ce lo mettiamo?

Annunci